Le nuove regole di mercato

imagesIl settore immobiliare ha un grande impatto sull’ambiente e sulla qualità della vita dei cittadini .  La domanda di rendere più sostenibile produrre ed utilizzare gli immobili per scopi residenziali e di lavoro si è fatta quindi negli anni via via più stringente. Le forze del mercato, sotto forma di più stringenti regolamenti pubblici e della competitività innescata dalla nuova domanda hanno spinto quindi le aziende del settore ad investire in R&D per realizzare nuovi prodotti  e ricercare nuove modalità di comunicare i miglioramenti ottenuti

Le aziende che producono e commercializzano materiali per le costruzioni devono quindi ora prendere in considerazioni ad esempio le scelte recenti delle autorità europee che hanno introdotto il consumo delle risorse ambientali fra le 7 caratteristiche di base  utilizzabili per la certificazione delle Performance di Prodotto ed il nuovo schema dei punteggi LEED, il sistema volontario di certificazione ambientale degli immobili più diffuso al mondo.

In entrambi i casi viene richiesta e premiata la comunicazione delle performance ambientali dei materiali edili utilizzando lo schema delle Dichiarazione Ambientali di Prodotto. (EPD).

Le Dichiarazioni Ambientali di Prodotto per i requisiti di Base delle Costruction Product Rules (CPR)

Le norme che regolano la commercializzazione dei prodotti edili in ambito europeo hanno inserito la valutazione dell’uso sostenibile delle risorse naturali nei requisiti di base richiesti ai materiali di costruzioni. Hanno inoltre determinato in che modo si possa dimostrare l’effettiva performance dei prodotti rispetto a questi requisiti. Le EPD vengono considerate il  modello di comunicazione privilegiato delle performance ambientali per le loro caratteristiche di trasparenza.

Le Dichiarazioni Ambientali di Prodotto per LEED
La versione 4 della certificazione LEED prevede di assegnare punteggi aggiuntivi all’interno della Categoria di Materiali e Risorse (in quest’area vengono prese in considerazione le tematiche ambientali correlate alla selezione dei materiali, alla riduzione dell’utilizzo di materiali vergini, allo smaltimento dei rifiuti e alla riduzione dell’impatto ambientale dovuto ai trasporti) per la selezione di prodotti per i quali sono disponibili informazioni sul Ciclo di Vita e che sono in grado di dimostrare un miglioramento della loro sostenibilità (ambientale, economica o sociale). Le EPD sono esplicitamente considerate come mezzo di prova sia nella versione generica riferita all’intero settore industriale sia come specifica emessa dal produttore (dopo le verifiche richiesta dalla norma)

Per saperne di più sull’utilizzo delle EPD nello schema LEEDv4

Le Dichiarazioni Ambientali di prodotto (EPD) si stanno quindi affermando come il modello di comunicazione delle performance ambientali più richiesto dalle normative internazionali o dai sistemi di certificazione volontarie più diffuse.

Greenactions è in grado di proporre la soluzione vincente per utilizzare le EPD come strumento di Ecodesign e di Marketing

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>