Replenish: il detersivo ricaricabile che riduce i rifiuti e le emissioni

Certe volte le idee più semplici sono quelle più rivoluzionarie. Alla base del nuovo Replenish Refill System c’è infatti un semplice meccanismo di ricarica che promette di trasformare il modo con cui vengono realizzati, utilizzati e riciclati i prodotti di pulizia per la casa e ridurre così il loro impatto ambientale.

Come mai nessuno ci ha pensato prima? E’ questa la prima frase che viene in mente di fronte alla nuova linea di prodotti per la pulizia della e casa e l’igiene della persona realizzati da CleanPath. Infatti, l’idea che rivoluzionerà presto il settore di questi prodotti di largo consumo è proprio un uovo di Colombo.

Si tratta di un sistema di ricarica realizzato dall’azienda Replenish Bottling e chiamato Replenish Refill System. Il suo brevetto nasce dalla considerazione che la maggior parte dei prodotti di pulizia contengono prevalentemente acqua (la sua percentuale arriva anche fino al  90%), ed hanno solo una ridotta percentuale di principi attivi.

Quindi perché non far sì che sia lo stesso consumatore ad aggiungere a casa l’acqua nel contenitore, permettendogli così di acquistare solo il principio attivo?

ll nuovo sistema di ricarica Replenish è composto quindi da una bottiglia alla quale viene avvitato un piccolo contenitore che contiene il principio attivo. La bottiglia può essere così riutilizzata praticamente per sempre, evitando la produzione inutile di rifiuti, il consumatore aggiunge l’acqua necessaria a casa ed acquista solo la piccola ricarica, risparmiando così sulla spesa, ed infine l’azienda produttrice riduce sia i costi di stoccaggio e trasporto di materiale.

Un sistema veramente “win win”, che crea vantaggi per tutti: il consumatore, l’azienda produttrice e l’ambiente. Secondo stime di Replenish, l’adozione di questo sistema brevettato per tutti i prodotti di pulizia ed igiene utilizzati in USA consentirebbe la riduzione dell’ utilizzo di platica e delle emissioni di CO2 legate alla loro produzione e di circa l’80%.

Per maggiori informazioni sul sistema Replenish, fate click qui

 

This entry was posted in Imballi - Packaging and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>